La crisi idrica che ha colpito alcune regioni meridionali dell’Iran sta avendo conseguenze anche in termini di ordine pubblico. Secondo quanto riferisce Iran Human Rights Monitor, sarebbero ciirca 200 le persone che sarebbero state arrestate durante le recenti proteste iniziate il 30 giugno nelle città meridionali di Khorramshahr e Abadan per la mancanza di acqua potabile.
Il numero è molto più alto delle 10 persone che i media giudiziari hanno dichiarato di essere detenute.
La carenza di acqua depurata nel sud-ovest dell’Iran ha visto la messa in scena di una delle più grandi proteste legate all’acqua in Iran quest’anno. I residenti delle città di Khuzestan, Khorramshahr, Abadan e Ahvaz, dicono che le loro riserve d’acqua sono state inquinate per giorni nonostante le promesse delle autorità iraniane di risolvere rapidamente il problema.
Secondo i media di stato iraniani, centinaia di manifestanti si sono uniti in una protesta a Khorramshahr il 30 giugno in una protesta che è diventata violenta.

Mentre le proteste scuotono l’ordine pubblico – anche ieri e ieri l’altro manifestanti si sono riuniti a  Borazjan – fa discutere l’accusa lanciata da un ufficiale delle Guardie Rivoluzionarie iraniane ha accusato Israele di esacerbare i problemi di penuria d’acqua della repubblica islamica “rubando la pioggia” dalle nuvole che passano sul Mar Mediterraneo.

Gli impatti negativi dei cambiamenti climatici sono stati il ​​”risultato innaturale di influenza straniera”, ha detto il capo del generale di brigata Gholam Ridha Jalali, organizzatore della difesa civile, ad una conferenza sull’agricoltura a Teheran, citando centri di ricerca scientifica iraniani senza nome.

Israele e un altro paese senza nome stavano cooperando per estrarre l’umidità dai sistemi meteorologici mentre si muovevano nel Mediterraneo, ha detto, rendendo le nuvole “sterili” con “rubare la pioggia e la neve” che non raggiunge gli altipiani dell’Iran come dovrebbe. Le osservazioni del comandante sono state rapidamente contestate dal direttore generale dell’organizzazione meteorologica ufficiale dell’Iran.

Il punteggio