Con 278 voti a favore (M5S, Lega, LeU), 89 contrari (Forza Italia) e 124 astensioni (Pd e FdI), la Camera dei Deputati ha approvato la dichiarazione di urgenza della proposta di legge n. 52 (presentata da Federica Daga, M5S) “Disposizioni in materia di gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque”. Il Progetto di legge (PdL) potrebbe dunque essere approvato già entro dicembre. Nei mesi scorsi il Presidente della Camera, Roberto Fico aveva appoggiato l’iniziativa nel corso di un convegno al quale avevano partecipato i rappresentati dei comitati per l’acqua pubblica.

Si tratta, spiega Daga, di “un testo che vuole ridefinire il sistema di pianificazione e gestione dell’acqua, definito sulla base di ambiti di bacino idrografico, che sono appunto l’ambito naturale di gestione di tutto il ciclo integrale dell’acqua. Un testo che vuole raccogliere gli strumenti necessari per avviare un processo di cambiamento verso una gestione pubblica e partecipata del Servizio Idrico Integrato”.

Il punteggio